Storia

La nostra Storia

In origine, l’azienda agricola di famiglia, denominata   “Le Case” era il podere condotto dai genitori di Giacomo (Rolando ed Elena) come era usanza nel tempo agrario della mezzadria.

La coltivazione dell’olivo era effettuata nel modo contadino dell’epoca, senza l’utilizzo di alcun prodotto di sintesi, ottenendo un olio biologico per tradizione. Il primo oliveto era, ed è ancora ubicato ad una altitudine di circa 450 m s.l.m. dove non ci sono grosse difficoltà per la difesa da insetti o funghi dannosi.
Gli oli Olinto Frantoio e Olinto Leccino, rappresentano le “punte di diamante” tra le varie produzioni dell’azienda ed entrambi, il cui nome deriva proprio da quello del nonno di Giacomo, Olinto, nascono dal primo oliveto specializzato realizzato a 450 metri di altitudine, in filari regolari, dal padre di Giacomo, Rolando.
Tutta la storia è partita da qui, da questo impianto dove un uomo, da solo, nel 1987 ha visto lontano e ha voluto cambiare la tradizione, Approfittando del grande danno che aveva fatto la gelata del 1985, ha ripiantato il suo oliveto in filari, rigorosamente mono varietali. Giacomo ha fondato la sua azienda personale, che porta il suo nome, grazie alla fusione di tre vecchi poderi, limitrofi a quelli coltivati dai genitori. Su questi terreni, con l’aiuto anche della sorella Debora, ha recuperato sia gli oliveti che i vigneti, sostituendo i vecchi impianti promiscui con colture specializzate.
Attualmente l’azienda raggiunge una superficie complessiva di circa 85 ettari, tra proprietà e affitto, con una minima parte a vigneto e bosco, e la maggioranza dei terreni coltivati ad oliveto. Così come nei nuovi vigneti, insieme al Sangiovese, Giacomo ha piantato vitigni di varietà autoctone minori, anche negli oliveti ha introdotto varietà autoctone locali.
Nel 1996 Giacomo ha iniziato la produzione di olio mono varietali e per circa otto anni l’azienda ha voluto analizzare e studiare ogni singola varietà coltivata, per comprenderne caratteristiche e peculiarità. Nel 2004 sono iniziati i primi imbottigliamenti di oli da olive selezionate, e oggi la ricerca ha portato l’azienda Giacomo Grassi a produrre fino a 16 oli mono varietali diversi oltre a 4 blend. Questo percorso “culturale” continua ancora e l’impegno verso la conoscenza e la definizione delle caratteristiche di nuove varietà d’olivo è ancora in corso. Il 2006 è stato un altro anno importante per l’azienda Giacomo Grassi. L’incontro con Fiammetta Nizzi Grifi, oggi compagna e madre di suo figlio, ha dato un notevole impulso nella ricerca della perfezione produttiva, soprattutto nell’assaggio e nella caratterizzazione delle singole partite di olio. Entrambi agronomi, insieme hanno dato nuova energia per lo sviluppo dell’azienda anche attraverso l’applicazione di tecniche di coltivazione evolute rispetto alla ordinaria gestione in biologico. Convinti che la gestione del terreno e delle piante influenza i profili sensoriali degli oli ottenuti, cercano di gestire gli ecosistemi nel rispetto dei luoghi, evitando l’utilizzo di sostanze non presenti in natura.
Nel 2007, con Vieri e Lapo (figli di Fiammetta) hanno creato una nuova società, denominata Caliptra & Mignola G.N.G. srl, società che, oltre a fornire un supporto alla produzione, si occupa della logistica e commercializzazione dell’olio. Il 2009 è stato un altro anno importante per Giacomo e per l’azienda agricola in quanto, nello stesso anno è mancato, a maggio il padre Rolando, maestro di vita e di lavoro e, a dicembre, è nato il piccolo Rolando Pietro (detto Piri). L’attività continua ed anche la ricerca di altri “tesori” nascosti. Con Vieri, Lapo e Rolando, cerchiamo di continuare questo percorso intrapreso, convinti che avere a che fare con la natura e con l’agricoltura, sia un privilegio ed una opportunità.

Vuoi saperne di più sui nostri prodotti?

it_ITItalian